Descrizione

Il miele di castagno si ottiene dai fiori di castagno e viene raccolto tra i mesi di giugno e ottobre. È un miele scuro, dall’odore aromatico e dal sapore complesso. Noto per le sue proprietà anti-infiammatorie e anti-batteriche, è una fonte di proteine, vitamine B e C e di sali minerali.

Consigli per l’uso

Il miele di castagno è tra i più utilizzati per accompagnare i formaggi dal gusto intenso. E’ particolarmente apprezzato su alcuni pecorini e, per gli intenditori, su alcuni formaggi di fossa. Con il miele di castagno si possono anche produrre ricette uniche nel loro genere. Un esempio tipico è la torta di castagne (o qualsiasi altro dolce prodotto con la farina del frutto amidaceo), che tuttavia si distingue per una certa ridondanza nel gusto (facilmente evitabile inserendo sapori trasversali come la zucca, i frutti di bosco, la cannella, la noce moscata, i chiodi di garofano, il mirto e perfino le bacche d’alloro).Eccellenti gli gnocchi di patate dolci con gorgonzola, noci e miele di castagno; così come il tortino di ricotta e castagne con fonduta di pecorino, ristretto di balsamico e miele di castagno. E’ un buon ingrediente per insaporire le ricette a base di selvaggina.